Acquistare un’auto americana durante la pandemia è diventato ancora più difficile. Le problematiche scaturite hanno avuto effetti sui mercati di tutto il mondo con conseguenze evidenti nei confronti dei consumatori. Ecco qualche consiglio utile sul come effettuare un acquisto in massima sicurezza.

 

Ram TRX bianco

Il mercato dell’auto durante la pandemia

Prima di tutto, una (doppia) premessa. L‘importazione parallela agisce con regole differenti rispetto a quella ufficiale. Dato che, appunto, l’auto non è importata ufficiale dalla Casa madre non esiste un vero listino ufficiale. Al prezzo finale, quindi, concorrono diverse variabili come il costo dell’auto nella concessionaria del paese d’appartenenza, i dazi per l’importazione in Europa, le tasse italiane e le spese sostenute dalla concessionaria per organizzare il trasporto e l’immatricolazione. A determinare il prezzo concorre anche il cambio valuta euro-dollaro americano che, soprattutto di questi tempi, tende ad essere piuttosto instabile.

Naturalmente, nel mercato le principali variabili sono la domanda e l’offerta. Più la domanda è elevata e più l’offerta di prodotto è bassa, più è elevato il prezzo. E in questo momento c’è veramente poco prodotto. La pandemia, infatti, ha causato enormi colli di bottiglia nella produzione delle auto in tutto il mondo. Il motivo? Dopo i vari lockdown del 2020 (in cui la domanda di auto nuove si era praticamente azzerata), la produzione è ripartita ad un ritmo inaspettatamente elevato. Le Case, quindi, non sono riuscite ad assecondare questo cambio di domanda con un eguale acquisto di “materie prime”, quali, ad esempio, i semiconduttori. Questi ultimi sono elementi fondamentali nelle vetture moderne: alcuni, infatti, servono anche per avviare o spegnere l’auto o attivare gli airbags.

I costruttori, quindi, hanno fortemente rallentato o modificato la produzione e, pur di far uscire dalla fabbrica i veicoli, non viene data la possibilità di scegliere alcuni optional (ricarica wireless per lo smartphone, schermo digitale, tetto apribile…).

 

Ford Bronco Sport Rassegna

5 consigli per acquistare un’auto americana

Le condizioni di mercato particolarmente difficili dureranno a lungo e stanno portando ad aumento generalizzato dei prezzi e a tempistiche fortemente variabili per l’arrivo in Italia dell’auto ordinata. Cosa fare, quindi, quando si decide di acquistare un’auto americana?

  1. Rivolgersi ad aziende professioniste del settore: vista la complessità del momento, quando si investono cifre di 50-100 mila euro o superiori è necessario affidarsi a chi conosce le dinamiche del mercato. Le concessionarie che sono attive da più tempo sono anche quelle che possono godere di un’ampia rete di contatti e fornitori per far arrivare l’auto il prima possibile in Italia;
  2. Confrontare l’equipaggiamento: spesso un accessorio o un intero pacchetto fa tutta la differenza del mondo. Solo l’aggiunta o la rinuncia ad un optional può causare una differenza di prezzi anche di 3 o 5 mila euro. Se si decide di chiedere lo stesso preventivo a più concessionarie, assicuratevi che le auto dell’offerta siano veramente le stesse;
  3. Vedere l’auto dal vivo: soprattutto quando si tratta di auto americane, Fioravanti Motors consiglia di vedere e provare dal vivo il feeling di guida. Durante la visita in concessionaria, inoltre, ci si può assicurare che l’auto sia effettivamente presente sul posto e che vi siano potenziali tentativi di truffa;
  4. Chiedere il numero di telaio: se l’auto non è presente sul posto perché è in arrivo in Italia o perché è stata configurata e ordinata da zero, chiedere il numero di telaio alla concessionaria. Un po’ come il codice a barre di un prodotto acquistato al supermercato, il telaio è unico e identifica l’auto esatta che avete acquistato. Se la concessionaria ve lo fornisce significa che il veicolo è stato acquistato dall’azienda e che è in arrivo in Italia. Se il numero non viene dato continuate ad insistere o chiedete chiarimenti legali. In caso di continuo rifiuto, valutate attentamente se versare una caparra o, se l’avete già fatto, rivolgetevi ad un avvocato;
  5. Essere consapevoli delle tempistiche: Fioravanti Motors può contare costantemente su veicoli in pronta consegna disponibili in sede. Gli acquisti vengono programmati con mesi di anticipo dal nostro reparto commerciale e hanno un equipaggiamento che è in grado di soddisfare la maggior parte delle richieste dei clienti. Tuttavia, l’auto americana è un sogno e come tale è giusto che sia quanto più possibile personalizzabile. Fioravanti Motors dà la possibilità di configurare completamente la propria auto, ma avvisa che, a causa delle varie problematiche relative al Covid-19, le tempistiche per l’arrivo in Italia potrebbero essere molto aleatorie.