L’iconico SUV americano a tre porte sta per tornare: ecco tutto quello che sappiamo al momento.

 

ford bronco render
Rendering del Ford Bronco 2020 (Credits: www.bronco6g.com)

IL RITORNO DEL FORD BRONCO

Il Ford Bronco ha segnato più di una generazione. Sulla cresta dell’onda dagli anni ’60 fino a metà degli anni ’90, il SUV a tre porte Ford è stato uno dei modelli di maggior successo della casa americana. A richiesta popolare, il Bronco sta per rinascere. 

Ford l’ha annunciato già nel 2017, ma verosimilmente dovremo aspettare fino ai primi mesi del 2020 per poterlo vedere su strada visto che prima è probabile l’uscita del nuovo e attesissimo Ford F-150, il pick-up americano più venduto oltreoceano. 

Di per sé Ford non ha svelato molto su come sarà il nuovo Bronco se non affermando che “sarà dotato di tecnologie moderne e di uno stile che riprenderà il carattere duro dei precedenti modelli” (https://www.ford.com/suvs/bronco/). 

Ragion per cui, sono diverse le ipotesi che sono state formulate sul web circa il look che dovrebbe avere il nuovo Ford Bronco. Appare se non altro scontato che sarà riproposto nell’esclusiva variante a tre porte (con possibilità della versione a 5 porte in futuro), con passo corto, pneumatici generosi e design squadrato. C’è chi si immagina un Bronco ispirato al Ford Raptor, oppure altri che si attendono uno stile completamente diverso e molto più retro.

 

Ford Bronco
Ford Bronco 2020 in versione Ford Raptor (Credits: www.roadtrack.com)

FORD BRONCO 2020: POTENZA E MECCANICA

Verosimilmente il Ford Bronco 2020 sarà equipaggiato con un motore a benzina a 4 o 6 cilindri Ecoboost di potenza intorno ai 325 cv per garantire una spinta notevole e un piglio sportivo e potrebbe essere abbinato ad un cambio manuale a 7 rapporti (ma ci sarà spazio ovviamente anche per un cambio automatico). 

Il Bronco sarà disponibile con trazione integrale e probabilmente anche con sospensioni da fuoristrada Fox Racing, le stesse equipaggiate dal Ford Raptor.

Il nuovo SUV Ford sarà prodotto nell’impianto di Wayns in Michigan, mentre molte delle componenti meccaniche arriveranno dall’Australia.